Salta al contenuto
Rss



Il sentiero, detto dello “Scagnol“, in quanto per il superamento della parte centrale, ci sono più di 250 scalini intagliata nella viva roccia, è stato per secoli, il collegamento tra l'altipiano di Bugliaga e il fondovalle, altrimenti divisi da imponenti pareti rocciosi. Il piacevole percorso escursionistico, era l'antica via utilizzata per il trasporto della pece. Da incisione praticate nei tronchi di larice, presente in estesissime formazioni lungo i pendii di Bugliaga, si estraeva la resina che dopo un primo processo di cottura e di distillazione, in apposite pecerie (estese piazze, dotate di fornetti) permetteva di ottenere la pece. La sostanza era usata dai calzolai o come combustibile per lanterne o per calafatare (con la pece nera bollente si chiudevano le fessure delle barche per renderle impermeabile all'acqua) o per le corde degli strumenti ad arco, ed era trasportato a valle nei gerli dalle donne, in barilotti, di circa 40/50 kg l'uno. Nell'ottocento l'applicazione di una severa normativa per l'estrazione della resina che eseguito in modo arbitrario portava alla distruzione degli alberi, incentivò il contrabbando e la produzione clandestina. Dai declivi tra il Croppo Giovanni e il Piaggiolo caratterizzati dai faggi, le cui foglie un tempo erano raccolte per fare i materassi, regno di martore, donnole, faine e tassi, si raggiunge su comoda strade sterrate, la chiesa di Bugliaga. Per la vicinanza del confine svizzero, il sentiero era frequentato anche dai contrabbandieri.




Inizio Pagina Comune di TRASQUERA (VB) - Sito Ufficiale
Via Municipio, 2 - 28868 TRASQUERA (VB) - Italy
Tel. (+39)032479120 0324793315 - Fax (+39)0324.793900
Codice Fiscale: 83002830038 - Partita IVA: 01107430033
EMail: protocollo@comune.trasquera.vb.it
Posta Elettronica Certificata: comune.trasquera@legalmail.it
Web: http://www.comune.trasquera.vb.it


|